Tapis roulant salvaspazio

Il tapis roulant salvaspazio è versatile non invecchia mai e molto difficilmente diventerà obsoleto, ma è anche estremamente comodo per chi ha problemi di spazio a casa propria.

Il tapis salvaspazio

L’acquisto e l’utilizzo regolare e corretto di un tapis roulant, di qualsiasi tipo esso sia, è probabilmente uno dei migliori investimenti che possiamo fare per la nostra salute fisica.

Quanto al tapis roulant salvaspazio (detto anche richiudibile, pieghevole, o compatto), va precisato per prima cosa che, in ragione della sua particolare struttura, non è molto adatto per chi fa dell’attività sportiva a livelli elevati.

Tuttavia è lo strumento l’ideale sopratutto per chi vuole semplicemente tenersi in forma facendo degli esercizi cardio di media e di bassa intensità a casa propria, ed anche per chi desidera semplicemente dimagrire.

Ma come scegliere il tapis roulant salvaspazio più adatto alle proprie esigenze ?

Per venirvi incontro, affinché possiate poi procedere consapevolmente ad un’acquisto così impegnativo, abbiamo preparato questa breve guida pratica, cercando darvi le informazioni essenziali più utili.

Alcuni modelli di tapis roulant salvaspazio acquistabili online

Prima di analizzare le caratteristiche e le funzioni di questa tipologia di tapis roulant, nella seguente tabella illustriamo alcuni elementi significativi di alcuni di quei modelli oggi in commercio che noi riteniamo essere particolarmente interessanti.

MODELLO FOTO DIMENSIONI DESCRIZIONE PAGINA PRODOTTO
Homcom Tapis Roulant Elettrico con Schermo LCD Pieghevole Aperto: 133,5x64x112,5cm
Piegato: 66x64x129cm
Superficie di corsa: 110x34cm
Tre programmi preimpostati, e velocità regolabile tra 1 e 9,9 Km/h; Schermo LCD: segnala il tempo, la velocità, la distanza, e le calorie bruciate; Potenza del motore: 0.75 HP; Portata massima: 100Kg su Amazon
Diadora DT-RUN1000 Aperto: 67x148x127cm
Piegato: 67x78x135cm
Superficie di corsa: 41x120cm
Tapis roulant elettrico richiudibile; Sei programmi di velocità e 3 programmi target; Peso netto 46 Kg su Amazon
Everfit TFK-350-SLIM
Aperto: 160x74x143cm
Piegato: 24x74x160cm
Superficie di corsa: 42,5x127cm
12 programmi e velocità regolabile tra 0,8 e 14 Km/h; Potenza motore: 1,75 CHP; Peso netto: 48 Kg su Amazon

I vantaggi ed i limiti (rispetto a quelli fissi) dei tapis roulant salvaspazio

i vantaggi di questa tipologia di tapis sono dati dal fatto,

  • che una volta completato l’allenamento, possono essere richiusi e poi riposti sotto il letto o dentro un’armadio;
  • che possono essere facilmente movimentati, cosa molto più difficile per i modelli più grandi che si possono solo posizionare in una stanza in quanto si hanno delle difficoltà a spostarli.

i limiti sono legati al fatto,

  • che hanno una superficie di rotolamento molto più corta di quelli fissi, e questo fatto potrebbe non essere molto adatto fare per allenamenti intensi: ciò vale ancora a maggior ragione per i soggetti che sono molto alti e che hanno una falcata molto lunga;
  • che in questi modelli occorre tenere in debita considerazione anche la potenza del motore, e che dipendono molto dalla casa produttrice le potenze e le caratteristiche di ogni modello: quindi occorre optare per i modelli anche in relazione al livello di preparazione, al peso, ed allo scopo principale per cui li si vogliono utilizzare.

All’utilizzatore “medio” noi consigliamo di basarsi sulle dimensioni e sulla sua potenza.

Questi elementi infatti sono decisamente molto più importanti rispetto al resto: rispetto funzioni, accessori, caratteristiche od altro.

Se tuttavia foste attratti dai modelli dotati di più funzioni, un consiglio: fermatevi un momento per valutare qual è il reale impatto che questi accessori o funzioni extra potranno poi avere sui vostri allenamenti.

Gli elementi da considerare per la scelta del tapis salvaspazio “giusto”

Dimensioni e potenza a parte, nella scelta è opportuno valutare anche di altri elementi.

1) i costi d’acquisto

Quando valutate quale tapis roulant scegliere, per prima cosa dovete avere chiaro in mente quale sia indicativamente, sia la cifra che volete (o che potete) spendere per acquistarne uno.

Il costo di un modello base si aggira in genere attorno ai 350 euro, ma non dovete aspettarvi grandi cose da un attrezzo come questo: sarà dotato solo delle funzioni strettamente necessarie.

Inoltre, se comprate un tapis roulant a buon mercato, è probabile che poi non si riveli all’altezza delle vostre aspettative e che possa anche crearvi dei piccoli problemi. Ad esempio,

  • potrebbe non sostenere il  vostro peso se questo è fosse elevato,
  • potrebbe bloccarsi o rompersi spesso, richiedendo quindi frequenti interventi di manutenzione che potrebbero rivelarsi anche più costosi del costo iniziale,
  • inoltre, inizialmente questo tapis potrebbe essere sufficiente, ma potrebbe non esserlo non appena la vostra forma fisica, e conseguentemente anche la vostra velocità e la vostra falcata, aumenta.

Dall’altra parte, acquistare un tapis roulant di alta qualità comporta un non indifferente esborso iniziale: più o meno attorno ai 900 euro.

Ad ogni modo, occorre anche aggiungere questo proposito che il costo iniziale d’acquisto di un tapis roulant, specie se di buona qualità, dovrebbe essere rapportato (cioè  «spalmato, diluito») su un arco temporale di cinque-dieci anni, che rappresenta il periodo presunto del suo possibile utilizzo.

Se siete disposti a spendere subito bene, probabilmente vi troverete con uno strumento che difficilmente poi avrà problemi grossi: non avrà bisogno di manutenzione, di lubrificazione, e sarà in grado di supportare anche pesi elevati.

2) gli obiettivi che ci prefiggiamo

Acquistando un tapis roulant, tenete sempre a mente quali sono gli obiettivi che vi siete prefissi.

Se volete usarlo solamente per fare una camminata leggera 2-3 volte a settimana, non c’è bisogno di affannarsi a comprare modelli molto sofisticati: per questo tipo di attività va bene praticamente qualsiasi tipo di tapis roulant.

Ma se avete intenzione di fare degli esercizi più intensi, allora sarebbe bene che vi orientaste su un attrezzo che sia di una qualità un pochino più alta, e di conseguenza anche più costoso.

3) un tapis roulant elettrico, oppure uno magnetico ?

Come si sa, esistono diverse tipologie di tapis roulant.

Abbiamo già trattato di quelli magnetici in un’articolo ad essi dedicato  (ed al quale rinviamo per maggiori approfondimenti).

Tuttavia, la maggior parte delle persone preferisce quelli elettrici.

Ed è appunto dei tapis roulant salvaspazio elettrici che ora parleremo.

Tapis roulant salvaspazio elettrico: le cose da considerare al momento dell’acquisto

Gran parte del costo di un tapis roulant elettico è legato al suo motore ed agli ammortizzatori.

gli ammortizzatori

Gli ammortizzatori (elastomeri) servono ovviamente a ridurre i contraccolpi sulle caviglie e sulle ginocchia durante gli allenamenti.

Considerato che rivestono un ruolo fondamentale relativamente ai nostri legamenti, é meglio non lesinare circa la loro qualità.

la potenza ed il rumore del motore elettrico

Tanto più costoso, grande e potente è il motore, tanto maggiore sarà la possibilità di fare degli allenamenti intensi.

Più è grande il motore, più potente sarà il tapis. Ma attenzione: questo non vuol dire che sia anche o meno rumoroso.

Per molte persone il rumore è un fattore che può essere importante, non solo per non disturbare i familiari, ma anche per poterlo usare guardando la tv senza avere particolari problemi.

In linea di massima, noi consigliamo di acquistarne uno con un motore con almeno 0,75 cavalli di potenza (HP).

i programmi d’allenamento di cui dispone

Quanto ai programmi, occorre chiarire che ogni marca ed ogni modello di tapis, ha dei programmi diversi da quelli di altre marche o di altri modelli.

Alcuni modelli hanno talmente tante opzioni, che potreste anche perdere la prima mezz’ora di allenamento solo a guardarle tutte.

A nostro giudizio, le funzioni essenziali non sono poi così tante, e si riducono a quelle che consentono di poter programmare e controllare elettronicamente,

  • la velocità,
  • l’inclinazione del tappeto.

Oltre a queste funzioni potreste avere bisogno al massimo di un cardiofrequenzimetro, ma questo non dev’essere necessariamente acquistato assieme al tapis roulant: anzi, sarebbe meglio acquistarne uno separato, utilizzabile anche in altre occasioni.

Sconsigliamo invece quegli attrezzi che hanno mille pulsanti e mille funzioni che finirete poi per non usare mai: nella maggior parte dei casi servono solo ad aumentare il prezzo di vendita, non per aumentare o monitorare le prestazioni fisiche.

BFC
Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale