Misuratore di glicemia (o glucometro) – Guida alla scelta e all’utilizzo

Sul mercato si possono trovare diversi tipi misuratori di glicemia - glucometri
Dai più elementari fino ai modelli dotati di numerose funzioni e di opzioni aggiuntive.
Di conseguenza anche il loro costo varia, ma è comunque sempre alla portata di tutti.
L’iperglicemia ed il glucometro

L’iperglicemia ed il glucometro – misuratore di glucosio

Iperglicemia è un’eccessiva quantità di glucosio nel sangue

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da elevati livelli dall’iperglicemia.

Dai dati dell’annuario statistico ISTAT 2014  emerge che è diabetico il 5,5% degli italiani (5,3% degli uomini e 5,6 % delle donne), quindi più di 3 milioni di persone.

Misuratore di glicemia
Glucometro Medisana 79030 MediTouch 2. Lo puoi acquistare qui

Il misuratore di glucosio nel sangue (o glucometro, o reflettometro) è un dispositivo col quale si prelevano un paio di gocce di sangue che vengono quindi poste su una striscia reattiva e successivamente inserite nello stesso misuratore.

Dopo pochi secondi, il misuratore visualizza il valore della glicemia, ovvero la concentrazione di zucchero (glucosio) presente nel sangue.

I glucometri, tipicamente sono dei piccoli dispositivi portatili, molto facili da usare, e poco costosi

Sono quindi un must per chi vuole tenere sotto controllo i propri valori glicemici, e che ci consentono quindi anche di tenere meglio monitorato il diabete.

Misuratori di glicemia a confronto

Misuratori di glicemia: modelli e marche a confronto

Tra i tanti tipi di misuratori di glicemia (glucometri) in commercio, ne abbiamo selezionato alcuni, quelli della marche più note ed affidabili, e li abbiamo messi a confronto nella seguente tabella.

modello

foto

marca

sintetica descrizione

Contour xt Bayer Codifica automatica

Esegue il test in 5 secondi

Memorizza 480 letture

Media delle misurazioni effettuate: 7, 14 e 30 giorni

Scarico dati su PC tramite il software

Numero di aghi e strisce incluse nella confezione: controlla su Amazon

Accu Chek Aviva Roche Diagnostics Codifica automatica

Esegue il test in 5 secondi

Memorizza 500 letture

Dotato di un “allarme ipoglicemia”

Media delle glicemie degli ultimi 7, 14, 30, 90 giorni, pre e post prandiali 

Trasferimento dati tramite porta infrarossi.

Numero di aghi e strisce incluse nella confezione: controlla su Amazon

OneTouch

Flex System

Kit Glicemia

  Lifescan Memorizza 500 letture

Pronto all’uso, senza necessità di ulteriori istruzioni

Dotato di un intuitivo indicatore di intervallo a 3 colori

Trasferimento dati a PC / MAC o smartphone via cavo USB o in modalità wireless

Numero di aghi e strisce incluse nella confezione: controlla su Amazon

Multicare IN   BSI Misura trigliceridi, colesterolo e glicemia

Esegue il test della glicemia in 5 secondi, quello del colesterolo e dei trigliceridi in 30 secondi

Memorizza 500 letture

Numero di aghi e strisce incluse nella confezione: controlla su Amazon

Fattori da considerare nella scelta

I fattori da considerare nella scelta del misuratore di glucosio (glucometro)

Ci sono diverse cose da sapere nel momento in cui ci si appresta ad acquistare un misuratore di glucosio.

Perciò indicheremo quali sono i fattori principali da prendere in considerazione – per vedere se un modello fa o non fa al caso nostro.

la facilità d’uso

Se devi “lottare” solo per capire come utilizzare il misuratore di glucosio nel sangue, è probabile che finirai col non utilizzarlo nel modo migliore, o col non utilizzarlo proprio.

Quindi, la facilità d’uso è sicuramente uno dei fattori principali da considere al momento della scelta.

Un misuratore di glicemia, per essere facile da utilizzare,

  • deve avere uno schermo grande per consentire una facile lettura;
  • deve avere dei pulsanti comodi da premere;
  • deve avere delle strisce reattive resistenti e facili da maneggiare.

necessità di calibrazione

Alcuni tipi di glucometri necessitano per auto-calibrarsi dell’inserimento di un codice od un chip (presente nella confezione di strisce reattive): la calibrazione avviene in base alle caratteristiche delle strisce reattive utilizzate.

Altri tipi misuratori di glicemia invece, sono in grado di rilevare autonomamente questo dato.

Chiaramente non è molto pratico il dover ricalibrare lo strumento ogni volta che si cambiano le strisce reattive, soprattutto da parte delle persone che non vendono bene da vicino.

Quindi, basandovi su quelle che sono le vostre esigenze le vostre preferenze personali valutate se per voi, la necessità di doverlo calibrare può essere uno svantaggio più o meno grande.

la precisione delle misurazioni

Sicuramente la principale caratteristica che qualifica ogni glucometro, è costituita dalla sua precisione.

A questo riguardo  noi riteniamo che,

  • se uno non vuole entrare troppo in dettagli tecnici, sarebbe opportuno che si consigli col medico;
  • oppure che si orienti su di un glucometro che sia già noto per essere preciso;
  • oppure che controlli le recensioni dei vari prodotti, per sapere cosa hanno scritto altre persone sulla precisione del prodotto prescelto.

la possibilità di memorizzare i dati rilevati

A seconda del modello, un misuratore di glicemia potrebbe essere anche in grado di memorizzare centinaia / migliaia di dati, con le date e le ore delle rilevazioni.

Questa funzione è molto utile per poter dare al medico curante tutta una serie di elementi utili per le sue valutazioni.

le strisce di rilevazione

Nel lungo e nel medio termine, il costo d’acquisto di un misuratore di glicemia, è poca cosa se rapportato al costo delle strisce di rilevazione.

le più comuni funzioni aggiuntive

Oggi, la maggior parte dei glucometri è in grado di calcolare la media delle letture nell’arco di un determinato periodo di tempo.

Solitamente  dell’arco di 7, 14 o di 30 giorni.

Alcuni modelli, ad ogni rilevazione effettuata consentono di associare delle note personalizzate: ad esempio, se la misura del glucosio è stata rilevata prima o dopo un pasto.

le ulteriori misurazioni aggiuntive

Alcuni dei più recenti misuratori, oltre al livello di glucosio nel sangue, sono in grado di fornire anche altre informazioni: alcuni misurano ad esempio anche la pressione sanguigna.

la possibilità d’interfacciamento

Quando un modello di glucometro offre la possibilità di scaricare/trasferire i dati delle rilevazioni effettuate, abbiamo (ad esempio) la possibilità di conservare tutte misurazioni su un foglio di calcolo o di inviarle al medico via e-mail.

le dimensioni e la trasportabilità del misuratore

Se viaggiate spesso, potreste essere interessati ad acquistare un misuratore di glicemia di piccole dimensioni.

I glucometri più piccoli sono utili quando si viaggia, ma di solito hanno minori funzionalità e sono un po’ più “spartani”.

la velocità di calcolo del valore della glicemia

Il tempo medio che impiega un misuratore nel dare i risultati delle sue rilevazioni, di solito è di circa 5 secondi o meno.

I modelli più avanzati – in particolare quelli che consentono di aggiungere altro sangue alla striscia nel caso non ne fosse stato messo a sufficienza –  potrebbero aver bisogno di diversi minuti per fornire i risultati.

La velocità di calcolo è chiaramente importante, ma non dovrebbe mai essere  ritenuta più importante della precisione.

la facilità di pulizia e di manutenzione

Inutile dire che il misuratore di glicemia va pulito regolarmente.

Alcuni misuratori sono dotati di avvisi elettronici che avvisano quando è il momento di pulirli.

Suggerimenti per l’utilizzo

Alcuni suggerimenti per il corretto utilizzo dei glucometri

Per un corretto utilizzo dei misuratori di glicemia potrebbero tornar utili i seguenti suggerimenti:

  • quando incominci ad utilizzare il tuo misuratore di glicemia, confronta le letture che tu rilevi con quelle (precedentemente) ottenute dal tuo medico, allo scopo di verificare se possono sono accurate;
  • leggi il manuale in dotazione del misuratore, e le istruzioni presenti sulle confezioni delle strisce: e ciò per essere sicuro di utilizzare entrambi nel modo migliore;
  • quando non viene utilizzato, il misuratore va riposto al chiuso, lontano dalla polvere, da fonti di calore e dalla luce;
  • utilizza solo le strisce adatte a quel modello ed a quella marca di misuratore: usare altre strisce reattive potrebbe comportare delle rilevazioni imprecise;
  • non lasciare le strisce reattive esposte all’aria per più di un paio di minuti, prima di utilizzarle;
  • la confezione contenente le strisce, dev’essere mantenuta ermeticamente chiusa;
  • non utilizzare strisce scadute;
  • lavati accuratamente le mani prima di effettuare le misurazioni, possibilmente con acqua calda: ciò favorirà anche circolazione del sangue nelle mani.
I fattori che incidono sui risultati

I fattori che possono influenzare i risultati delle misurazioni per mezzo dei glucometri

Anche il funzionamento dei glucometri può essere condizionato da molti fattori ed influenze esterne. Vediamo quali sono i principali.

il modo di utilizzare l’apparecchio

La principale causa di errori dipende dalle persone che lo utilizzano. Imparare ad eseguire i test correttamente non è eccessivamente complicato.

Se non siete sicuri sul come usare correttamente il glucometro, il vostro medico o il vostro farmacista potrà insegnarvi ad usarlo.

I glucometri hanno dei libretti d’istruzioni, per cui non si dovreste avere problemi a rilevare i dati in modo accurato seguendo solamente queste istruzioni.

la pulizia, prima di procedere alla misurazione

Le tracce di prodotti alimentari, di bevande, di lozioni, di trucco, ed altri tipi di residui presenti sulle mani, possono influenzare le letture.

E’ quindi importante lavarsi ed asciugarsi accuratamente le mani prima di eseguire il test.

Per maggior sicurezza, si può utilizzare un batuffolo imbevuto di alcool lasciando asciugare il dito prima d’iniziare.

l’ambiente esterno

Anche alcuni fattori ambientali come l’umidità, la temperatura dell’ambiente e altitudine possono influenzare i risultati del test.

A seconda dell’apparecchio che si acquista, possono esserci delle istruzioni che spiegano come operare nelle varie condizioni ambientali.

le strisce reattive non di qualità

La cosa più costosa nella misurazione del glucosio nel sangue è data dalle strisce reattive.

Perciò uno potrebbe essere tentato di acquistare delle strisce “generiche” per risparmiare denaro.

Tuttavia, la maggior parte dei misuratori di qualità non sono adatti ad essere utilizzati con qualsiasi striscia.

Assicuratevi ad ogni modo che le strisce che utilizzate siano compatibili al 100% col  vostro dispositivo.

Per concludere

Per concludere

  • Il diabete colpisce milioni di persone.
  • I glucometri consentono di monitorare facilmente i livelli di glucosio.
  • Quando si ha il diabete, è importante anche tenere traccia dei livelli di glucosio per evitare potenziali complicazioni.
  • Se il misuratore é quello giusto per le vostre esigenze, potete essere sicuri che avrete dei risultati accurati che vi serviranno a tenere sotto controllo in modo sicuro i livelli di zucchero nel sangue.

Avendo informazioni ora potete circoscrivere la lista dei modelli da esaminare per trovare il misuratore di glucosio nel sangue che sia “perfetto” per voi.

I valori di riferimento

I valori di riferimento della glicemia plasmatica

Per chi fosse interessato ecco una interessate tabella riguardante i valori della glicemia.

valori di riferimento della glicemia plasmatica (mg/dl)

Ipoglicemia Glicemia < 60 mg/dl
Normalità Glicemia a digiuno: 60-99 mg/dl (3.3-5.5 mmol/L)°
Glicemia < 140 mg/dl, dopo 2 ore da test da carico di glucosio (< 7.8 mmol/L)
Alterata glicemia, a digiuno (IFG) Glicemia a digiuno: 100-125 mg/dl (≥ 5.5 – < 70 mmol/L)°
(Solo l’OMS indica ancora un range di 110-125 mg/dl)
Iperglicemia Glicemia maggiore di 110 (mg/dl)
Intolleranza al glucosio (IGT) Glicemia = 140-199 mg/dl dopo 2 ore da prova da carico (≥ 7.8 – < 11.1 mmol/L)
Diabete Glicemia a digiuno ≥ 126 mg/dl* (≥ 7 mmol/L)°
Glicemia ≥ 200 mg/dl dopo 2 ore dal test da carico (≥ 11.1 mmol/L)
Glicemia ≥ 200 mg/dl in qualsiasi momento della giornata (rilievo occasionale)
¨ mg/dl sta per milligrammi di glucosio in 100 millilitri di sangue.
° mmol/L sta per millimoli di glucosio in 1 litro di sangue.
*In almeno due diverse occasioni, è sufficiente a fare una diagnosi di diabete, secondo le linee guida dell’American Diabetes Association e le Linee guida  nazionali taliane).
BFC
Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale