Fitness

Vogatori ad acqua: una guida alle marche

Ci sono moltissime marche che producono e che commercializzano vogatori.
I marchi noti sono quelli che generalmente garantiscono la qualità e la sicurezza dei loro prodotti. Perciò ora prenderemo in considerazione solo quelli più noti ed affidabili.
vogatori ad acqua

vogatori ad acqua

I vogatori ad acqua

Tra tutti i vogatori, quelli ad acqua sono tranquilli che offrono una migliore simulazione di una remata in barca.

Per chi desidera vogare tra le mura domestiche non sono quelli più economici, più leggeri ed i più facili da maneggiare, ma consentono un’impareggiabile qualità di vogata.

Sono in genere vogatori costruiti per «durare una vita» e comunque si prestano bene per gli allenamenti intensi. Inoltre, quando sono in azione producono un rumore piacevole (ma questa è un’opinione soggettiva).

Di questa tipologia di vogatori, in commercio se trovano anche di bellissimi, costruiti con modalità semi-artigianali  (mi riferisco in particolare ai vogatori della WaterRower).

WATER ROWER CLUB WR in Frassino

Come funzionano i vogatori ad acqua

La resistenza dei vogatori ad acqua viene prodotta da delle pale che ruotano all’interno di un serbatoio e che, a tale scopo, devono spostare un liquido (l’acqua).

La dinamica dell’acqua fatta ruotare da delle pale all’interno di un serbatoio rotondo, è diversa dalla dinamica dell’acqua spostata dai remi, ma entrambe hanno lo stesso principio di funzionamento.

Qui sta il segreto di questi vogatori e loro semplicità.

I loro punti deboli di questa tipologia di vogatori sono costituiti dal fatto che hanno un serbatoio con una ventina di litri d’acqua, il che li rende abbastanza pesanti e rumorosi.

Inoltre, i modelli costruiti in legno necessitano di non essere lasciati all’esposizione di una forte luce solare per lunghi periodi di tempo (altrimenti il legno può cambiar colore).

I vogatori della WaterRower

Vogatore Water Rower A1. Lo puoi acquistare su Amazon.it

Vogatore Water Rower A1. Lo puoi acquistare su Amazon.it

A mio parere (ma non solo mio), i migliori ed i più belli vogatori ad acqua oggi in commercio, sono quelli prodotti dalla WaterRower, un’azienda americana presente sul mercato internazionale,  sia per quanto riguarda i vogatori ad uso casalingo che per quelli ad uso professionale (quelli, per intenderci, che si trovano nelle palestre).

La maggior parte dei vogatori della WaterRower sono realizzati in legno massiccio, ma questa azienda americana ha nel suo catalogo anche un modello (prodotto in numero limitato) di vogatore in acciaio di prima qualità,  inossidabile  –  il modello S1.

I diversi modelli di vogatori della WaterRower sono dotati di diversi tipi di monitor:

  • Il monitor modello S4 include una programmazione avanzata per gli allenamenti pre-impostati ed il monitoraggio della frequenza cardiaca.
  • Il monitor A1 è una versione più semplice di quella del precedente modello S4.
  • Il monitor GX ha un minimo di programmazione ed è progettato per l’Indo-Row® group rowing class, (classi di canottaggio agonistico).

I vogatori della First Degree Fitness

First Degree Vogatore Neptune Challenge Rower AR. Lo puoi acquistare su Amazon.it

First Degree Vogatore Neptune Challenge Rower AR. Lo puoi acquistare su Amazon.it

La First Degree Fitness è un’azienda (fondata nel 2000) che produce vogatori ad acqua col controllo della resistenza digitale.

Si tratta di vogatori che trovano la loro ideale collocazione nelle piccole palestre casalinghe, ma anche negli hotels, nelle sedi delle associazioni, nelle scuole e nelle palestre.

Il fatto di poter avere una resistenza che é tarabile con precisione, rende questi vogatori particolarmente utili nella nella terapia fisica.

Come tutti i vogatori d’acqua, anche quelli della First Degree Fitness richiedono un minimo di manutenzione:

  • un trattamento con dell’acqua è con opportune compresse,
  • l’oliatura della catena,
  • e la periodica pulizia del telaio, della rotaia con il sedile.
About author

Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.