Disclaimer: quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Per saperne di più...

Le migliori scarpe da running a3

Classifica, recensioni e offerte delle migliori scarpe running A3, un tipo di scarpa adatta alla maggior parte delle persone che amano la corsa.

Potrà di certo interessare a molti le seguente breve rassegna di alcune delle scarpe da corsa A3 che che, a nostro giudizio, complessivamente valutare sono tra le migliori  attualmente in commerio.

Classifica

Classifica

New Balance Fresh Foam 1080 v7

La Fresh Foam 1080 v7 New Balance, è una scarpa con un comfort eccezionale, che permette a chi le usa di correre leggero e veloce. La tomaia è realizzata in mesh (un particolare tipo di tessuto) tecnico traspirante, così che il piede è protetto e libero di muoversi. La sua perfetta vestibilità è garantita da una tomaia senza cuciture che aderisce perfettamente al piede senza appesantirlo.

Vai all’offerta.

Vedi la nostra recensione.

Mizuno Wave Ultima 9

La scarpa Mizuno Wave Ultima 9 ha una intersuola molto soffice che  ha una capacità di rimbalzo maggiore a livello del tallone e, quindi, con un’ammortizzazione senza eguali.

Vedi l’offerta su Amazon.it

Leggi la nostra recensione.

Saucony Triumph ISO 3

Il Triumph ISO della Saucony è uno dei modelli più apprezzati da chi ama la corsa, perché é ottimamente ammortizzato ed ha un’ottima reattività, caratteristiche queste che le hanno valso il premio Scarpa dell’anno ai Running Industry Awards del 2016.

Vedi l’offerta.

Leggi la nostra recensione.

Come sono fatte le scarpe da running A3

Come sono fatte le scarpe da running A3

In questo articolo parleremo delle scarpe A3, cioé della classica scarpa da allenamento adatta alla maggior parte degli amatori e dei principianti,  ma anche ad altri soggetti.  La categoria A3 è chiamata anche categoria del massimo ammortizzamento o massimo ammortizzo (cushioning), perché comprende scarpe che hanno delle suole molto ben ammortizzate in quanto assorbono l’energia cinetica sviluppata, riducendo nel contempo però le prestazioni di chi corre (in termini di velocità) . Esteticamente si può notare che hanno un dislivello tra avampiede e tallone, con il secondo in posizione rialzata per proteggere il tendine d’Achille dai traumi da impatto. Sono le scarpe che sono le più consigliate alle persone più pesanti ed a chi pratica running in maniera amatoriale, perché sono molto comode, adatte a svariati tipi di corsa e quindi adatte per un vasto pubblico. Per le ragioni appena dette, sono invece sconsigliate a chi cerca le prestazioni, il tempo ottimale sulle distanze percorse.

È chiaro che tutte queste classificazioni sono fatte solo per la comodità degli acquirenti, e che importanti sono sensazioni personali di ognuno di noi quando indossiamo le scarpe da running.

Come scegliere le scarpe running A3

Come scegliere le scarpe running A3

In generale, i fattori che occorre prendere in considerazione sono:

  1. la forma della scarpa. Ogni piede ha una forma diversa. C’è chi ha una pianta larga e chi invece ha la pianta stretta. I produttori propongono dei modelli diversi per queste esigenze, per avere un’idea del comfort basta provare la scarpa e camminarci per un po’.
  2. la sua vestibilità. La vestibilità di una scarpa è strettamente connessa col tipo di appoggio che ha il piede quando si corre. Se, ad esempio, il piede poggia verso l’interno questa condizione  si definisce “pronazione” mentre, al contrario, l’appoggio esterno dell’avampiede è chiamato “supinazione”. Non si tratta sempre di difetti da correggere, ma di stili di corsa, per i quali occorre trovare la giusta vestibilità. Le scarpe da running A3 sono in realtà adatte ad entrambe le tipologie.
  3. le sue caratteristiche in termini di prestazioni. Dipendono molto dal peso della scarpa e dal livello di ammortizzazione. Le A3, ad esempio, sono consigliate durante la fase di allenamento, mentre sono da evitare in gara perché riducono la velocità. Sono anche perfette per chi corre amatorialmente e preferisce percorrere tratti più lunghi senza prestare troppa attenzione al cronometro.
  4. il suo peso. Le scarpe da running hanno un peso che va da un minimo di 200 a oltre i 300 grammi l’una; Va da sé che, più veloce deve essere la corsa, più leggera deve essere la scarpa.
  5. Il suo prezzo. Spesso rappresenta una discriminante importante. Vogliamo però invitarvi a fare una riflessione: la salute del piede è importante, anche e soprattutto per chi pratica attività sportiva. Ogni produttore fa le sue scelte di marketing ma, di norma, una buona scarpa non dovrebbe costare meno di € 70,00.