Policotone: pregi, limiti, impieghi utili

- Pubblicato da: Author: BFC in Category: Fibre e tessuti | 5 min di lettura

Il policotone non è altro che una mix di poliestere e di cotone. Viene generalmente utilizzato per fare capi d'abbigliamento, lenzuola e federe.

policotone
  1. Il policotone
  2. I suoi vari impieghi
  3. I pregi
  4. I limiti e gli svantaggi
  5. Considerazioni conclusive

Il policotone

Il cotone è una fibra tessile naturale. Il poliestere è una fibra sintetica.

Il policotone, o polycotton ma anche poli-cotone, è una fibra mista – naturale/sintetica – fatta di cotone e di poliestere.

I rapporti percentuali di cotone / poliestere presenti in questi mix possono essere molto diversi: possono essere del 65/35, del 50/50, del 35/65 od anche del 15/85. Possiamo rilevare queste percentuali dalle etichette presenti nei singoli prodotti in policotone.

I tessuti in policotone sono molto sottili e leggeri: combinano le proprietà del cotone (morbidezza, capacità di assorbire l’umidità) con le proprietà del poliestere (resistenza allo strappo ed alle lacerazioni, facilità di stiro). Questo fatto li rende confortevoli in un’ampia gamma di prodotti di quotidiano utilizzo: abiti, indumenti intimi, lenzuola, federe, tovaglie, tovaglioli e molto altro anora.

 

I suoi vari impieghi

Il policotone è un materiale versatile, resistente, economico, morbido, traspirante, confortevole. Trova largo impiego soprattutto nell’industria tessile dove viene utilizzato per produrre tessuti e capi d’abbigliamento.

In particolare, le miscele di cotone /poliestere sono ampiamente utilizzate per fare,

  1. capi d’abbigliamento: principalmente camicie, magliette, gonne, pantaloni;
  2. indumenti da lavoro: ciò in ragione della sua resistenza all’abrasione ed agli strappi;
  3. tute e capi sportivi: per il loro equilibrato rapporto tra la traspirabilità e la durata;
  4. articoli per la casa: cuscini, lenzuola, biancheria per il letto, tovaglie, ecc.

Vediamo ora i principali vantaggi e svantaggi del policotone, rapportati ai due elementi che lo compongono.

I pregi del policotone

i tessuti in policotone sono più resistenti e più duraturi di quelli in cotone

Il principale limite dei tessuti in cotone 100% è che si consumano e si strappano facilmente. per cui per aumentarne la resistenza necessitano di trattamenti particolari; mentre il poliestere è per sua natura più elastico e più resistente del cotone.

Queste sono le ragioni del successo dei tessuti sia in cotone che in poliestere  – quindi in policotone – i quali combinano appunto le caratteristiche del cotone e quelle del poliestere.

E’ ben vero che il poliestere ha anche alcuni svantaggi. Però, bilanciando opportunamente le percentuali dell’uno e dell’altro materiale è possibile creare il mix migliore in relazione ai possibili vari suoi utilizzi.

Questi mix vengono spesso utilizzati laddove si ha la necessità di una fibra resistente all’abrasione, che non si restringa o che non perda la sua resistenza quando è bagnata o lavata. Quindi sopratutto nell’abbigliamento sportivo (in cui trova largo impiego).

Comunque i mix cotone / poliestere comportano una maggiore durata dei tessuti. Un recente studio ha avuto modo di rilevare che l’utilizzo del policotone negli abiti da lavoro  aumenta di un quarto la durata dei capi stessi, e quindi comporta un risparmio (pari ad un quarto) sul costo d’acquisto di questi abiti.

il policotone è più morbido, ed accumula minori cariche elettrostatiche rispetto al poliestere

Un tessuto fatto – solo – in poliestere non è traspirante e tende ad aderire alla nostra pelle. Non è quindi un tessuto confortevole da indossare a contatto con la pelle e poi si carica elettrostaticamente.

Invece, sotto questo profilo la combinazione di cotone e di poliestere rende i tessuti più confortevoli e meno soggetti all’accumulo di cariche statiche.

i tessuti in policotone sono facili da stirare, e fanno minori pieghe di quelli in cotone

Uno dei principali vantaggi dei tessuti in cotone-poliestere è che questi fanno meno pieghe di quelli fatti solo col cotone.

il policotone ci provoca meno reazioni allergiche del solo poliestere

Il cotone è un mateiale ipo-allergenico. Quindi non provoca allergie o irritazioni della pelle.

Il policotone “eredita” questa proprietà dal cotone. Tutto ciò comporta che i tessuti realizzati con questo mix di fibre sono relativamente meno allergenici di quelli in “puro sintetico”.

Tuttavia il cotone è generalmente la migliore soluzione per quei tessuti che vanno a diretto a contatto con la pelle, come le lenzuola e la biancheria intima.

il policotone è meno costoso del cotone

I tessuti in 100% cotone tendono ad essere più costosi dei loro omologhi sintetici. Ne consegue che quelli in policotone sono tanto più economici di quelli in solo cotone, quanto è più alta al la loro percentuale di fibre sintetiche.

i tessuti in policotone mantengono a lungo la loro forma ed i loro colori

I tessuti in poliestere e cotone (mix) mantengono le loro forme più a lungo dei tessuti in 100% cotone, o di quelli in solo poliestere.

il ciclo di vita di un prodotto in policotone è più eco-sostenibile rispetto al ciclo di vita dei prodotti in solo cotone

Secondo uno studio della ETSA (European association for textile rental companies and national textile services associations in Europe), per pulire e per asciugare i tessuti in policotone, le lavanderie consumano meno energia rispetto a quella necessaria per fare le stesse operazioni sui tessuti solamente in cotone.

I limiti e gli svantaggi del policotone

 i tessuti in policotone sono meno traspiranti di quelli in (solo) cotone

I tessuti in policotone vanno bene negli ambienti chiusi, e per chi lavora in fabbrica o attorno a dei macchinari dove le loro caratteristiche di resistenza agli strappi potrebbero fare la differenza, ma non vanno altrettanto bene per chi lavora all’aperto.

Ciò implica che quelli in 100% cotone sono maggiormente desiderabili per l’esterno, in quanto sono più traspiranti. Dato che il cotone è traspirante, è un materiale particolarmente adatto per quando fa caldo. Infatti molto popolare nelle regioni calde.

Lavorare all’aperto può essere fastidioso se non s’indossano dei capi d’abbigliamento traspiranti. Quindi per lavorare all’aperto ed alle temperature elevate, il tessuto in cotone – da solo – sarà sempre la scelta migliore rispetto al tessuto in mix di cotone e di poliestere.

alle elevate temperature gli indumenti in policotone non sono molto confortevoli

Un tessuto in policotone è meno traspirante e meno resistente al fuoco di quello in 100% cotone.

i prodotti in policotone non sono molto “amati” nell’alta moda

Nel mondo dell’alta moda i tessuti in policotone vengono considerati troppo “popolari”.

i tessuti ed i capi d’abbigliamento in policotone sono meno costosi di quelli fatti in 100% cotone

Però sono più costosi di quelli in solo poliestere.

Considerazioni conclusive

In sintesi:  l’utilizzo di prodotti in policotone piuttosto che quelli in 100% cotone implica per il consumatore finale,

  • una loro maggiore facilità di asciugatura e di stiratura,
  • una loro maggiore resistenza agli strappi, all’abrasione e al restringimento,
  • ed un minor loro costo d’acquisto.

Il fatto che il rapporto cotone/poliestere possa venire combinato in percentuali diverse (a volte anche di molto) in un tessuto piuttosto che in un altro, fa si che sotto la dicitura “policotone” si possano trovare tessuti che anche molto diversi tra loro.

Quindi, per sapere con che tipo di materiali abbiamo esattamente a che fare, è bene che leggiamo le etichette indicanti la loro composizione percentuale.


Author: BFC

Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.