Pilling: perchè si forma e come rimuoverlo

- Pubblicato da: Author: BFC in Category: Tessile | 4 min di lettura

Il pilling è un fenomeno che interessa soprattutto i prodotti tessili fatti con fibre discontinue.

pilling
  1. Il pilling
  2. Le sue cause
  3. I tessuti meno soggetti ai pills
  4. I tessuti più soggetti ai pills
  5. Come rimuovere il pilling dai tessuti

Il pilling

Il pilling è un processo fisico che comporta la formazione di agglomerati di fibre irregolari sulle superfici dei tessuti, più o meno grandi, più o meno tenacemente attaccate ai tessuti, chiamati “pills”.

Il pilling interessa particolarmente alcuni capi lavorati a maglia ed alcuni tessuti fatti con alcune fibre tessili sui quali si viene a formare uno strato superficiale di peluria che, aggrovigliandosi forma dei piccoli fiocchi chiamati bioccoli.

Questo fenomeno si verifica quando vuoi per effetto di loro ripetuti lavaggi, vuoi per l’intervenuta usura, incomincino a fuoriuscire dalla loro superfici delle fibre che col passare del tempo e per effetto dell’abrasione, comportano la formazione di piccoli fasci sferici fibrosi ancorati alla loro superficie. Queste sfere di fibra vengono chiamate pills (pillole).

Il fenomeno del pilling viene considerato un inestetismo che fa perdere il fascino ai capi che ne sono interessati.

Le cause e le condizioni che lo favoriscono

Le cause della formazione del pilling dipendono dalle sollecitazioni meccaniche a cui sono sottoposte le fibre che compongono i vari tessuti, e che sono sostanzialmente legate,

  1. allo sfregamento proveniente dall’esterno: nei capi di abbigliamento lo sfregamento avviene soprattutto in occasione dei loro lavaggi e delle loro asciugature automatiche,
  2. all’attrito che viene a generarsi tra fibra e fibra.

Quando, a causa dello sfregamento o dell’attrito, le fibre fuoriescono dalla torsione del filato e si attorcigliano le une con le altre, si vengono a formare dei grovigli che – ingrandendosi – danno origine ai pills.

La tendenza di un tessuto alla formazione di pills è legata a:

  • alla composizione delle sue fibre,
  • alla lunghezza media delle fibre stesse,
  • al tipo di filato,
  • al fattore di copertura delle maglie (si chiama fattore di copertura, lo spazio vuoto all’interno dei ricci delle maglie),
  • ai trattamenti ed al finissaggio a cui lo stesso tessuto viene sottoposto.

La migliore combinazione dei parametri appena elencati può ridurre il pilling: tuttavia questa combinazione può modificare allo stesso tempo alcune proprietà delle fibre e quindi anche di quelle del tessuto.

Come spesso accade, la scelta di una fibra o di un tessuto adatto ad una determinata applicazione è quasi sempre il risultato di un compromesso.

Il pills si possono formare in tutti i tessuti fatti con qualsiasi fibra in fiocco (ovvero una fibra avente una lunghezza prestabilita e standardizzata) sia essa sintetica o naturale, compresi il cotone e la lana, ma questo problema si evidenzia maggiormente con le fibre di poliestere.

Il fenomeno del pilling può essere “controllato” in vari modi. Tra questi:

  • con una corretta selezione delle fibre destinate a fare i tessuti,
  • adottando durante la lavorazione ed il taglio alcuni accorgimenti volti a prevenire il fenomeno dell’abrasione,
  • mediante il taglio con spazzolatura, al fine di eliminare le fibre superficiali e le fibre sporgenti.

Come accennato, non è possibile eliminare completamente il fenomeno del pilling sopratutto a causa di alcune qualità dei tessuti richieste dai consumatori finali, come la loro morbidezza ed il loro comfort.

Tuttavia, lo si può efficacemente “controllare” adottando alcuni accorgimenti come quelli di cui poi parleremo.

Le fibre meno soggette alla formazione di pills

Oltre al tempo ed all’utilizzo, gli elementi che incidono sulla formazione del pilling sia nei capi lavorati a maglia che nei tessuti sono soprattutto legati,

  • alle proprietà delle diverse fibre tessili con cui sono stati fatti questi capi,
  • alla struttura dei loro fili,
  • ai processi di finitura e di tintura.

In linea generale sono gli articoli lavorati a maglia ad essere maggiormente (rispetto ai tessuti) a rischio di pilling. Indipendentemente da ciò, i tessuti realizzati con fibre più lunghe hanno minori probabilità di correre questo rischio.

Lunghezza a parte, le fibre naturali che sono meno interessate da questo problema sono quelle di,

I tessuti maggiormente soggetti alla formazione dei pills

Per contro, possono avere maggiori problemi dalla formazione di queste “pillole” i tessuti fatti con le seguenti fibre artificiali:

pills

Come rimuovere dai tessuti il pilling

Premesso che sono le stesse aziende tessili che spesso fanno dei test di resistenza volti risolvere i problemi di pilling dei tessuti di loro produzione, va detto che ci sono molti modi per rimuovere questo inestetismo.

Quello più efficace e rapido per la rimozione di queste “pillole” è l’impiego di un rasoio o di un apposito dispositivo a batteria: la macchinetta levapelucchi.

Per approfondire


***

Questo sito si basa sul supporto dei lettori: quando comprate attraverso i link sul sito, potremo ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione. Parecchi prodotti che presentiamo sono acquistabili online su Amazon, ma non siamo in alcun modo collegati ad Amazon. Il prezzo finale di vendita può variare per motivi indipendenti da noi: verificalo sempre prima di concludere l'acquisto.

Author: BFC

Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.