I massaggiatori anticellulite, funzionano? Guida ai modelli e recensioni

La cellulite è un inestetismo della pelle, che si manifesta con la famosa pelle a buccia di arancia.
Si tratta di un inestetismo "democratico" che colpisce, come dimostrano i vari tabloid, le donne comuni come le super model.

massaggiatori anticellulite

La cellulite, le possibili cause ed i rimedi

La cellulite è una manifestazione esterna di un problema esistente a livello di tessuto connettivo che fa aumentare di volume le cellule adipose, soprattutto in alcune zone del corpo, soprattutto femminili.

La cellulite deriva da un insieme di cause e di fattori: tra questi troviamo anche l’azione degli estrogeni, gli ormoni femminile per eccellenza.

Ma non sono solo questi. Altri fattori scatenanti dipendono, da un’alimentazione troppo ricca di grassi, da uno stile di vita molto sedentario, da un uso eccessivo di zuccheri e di sale.

Oltre  che alle abitudini di vita ed alimentari corrette, per contrastare l’insorgenza di questo inestetismo, ci corrono in aiuto la cosmetica e dei trattamenti estetici ad opera di professionisti.

Per chi invece non ha tempo o modo di andare con regolarità in un centro estetico, esistono dei massaggiatori anticellulite da poter utilizzare anche in ambito domestico.

Si tratta di piccoli apparecchi in grado di stimolare la microcircolazione delle parti interessate, aiutando così l’organismo a liberarsi delle tossine in eccesso.

I modelli in commercio sono tanti. Questa breve guida è stata realizzata per aiutarvi nella scelta del massaggiatore anti cellulite più adatto alle singole personali esigenze.

Cos’è, e come funziona il massaggiatore anticellulite

Prima di descrivere il funzionamento di questi prodotti, vogliamo fare chiarezza su un punto fondamentale: non esiste un vero e proprio “massaggio anticellulite”.

O meglio, si tratta di una definizione impropria. Si tratta in realtà di un massaggio drenante che agisce sul circolo linfatico dell’area trattata, migliorandone la funzionalità e la velocità.

In tal modo facilita la rimozione delle tossine accumulate, e quindi aiuta la rimodellazione delle le zone interessate dalla cellulite.

Queste azioni coadiuvano senza dubbio l’azione delle creme specifiche. Resta comunque il fatto che, per avere dei risultati duraturi, la loro azione va abbinata ad una dieta equilibrata ed all’esercizio fisico.

Il massaggiatore anticellulite, dunque, rappresenta un’opzione “domestica” alle sedute presso un estetista: uno strumento comodo e pratico per fare dei massaggi energici, su cosce, glutei, avambracci ed addome, lasciando la pelle perfettamente levigata.

Usati con costanza, possono essere un valido aiuto per combattere la cellulite appunto perché favoriscono il drenaggio di liquidi in eccesso.

Il massaggiatore anticellulite, in pratica, è uno strumento elettronico (ma può essere anche manuale) realizzato con vari tipi di materiali, come ad esempio, la plastica, il metallo, il legno.

Solitamente si compone di una base fissa dotata di più testine di intensità regolabile, che agiscono sulla cute energicamente favorendo la microcircolazione necessaria per l’eliminazione delle scorie, scorie che sono le vere responsabili del ristagno di liquidi sottocutanei.

La loro azione è presto spiegata:

  • le testine rotanti, di numero variabile e fatte con materiale diversi a seconda dei vari modelli, massaggiano la cute:
  • il calore sprigionato dal massaggiatore leviga la pelle apportando una serie di benefici, tra cui quello di riattivare la microcircolazione.

Chi utilizza un massaggiatore anticellulite,

  • tramite la sua impugnatura, deve accompagnare la rotazione delle testine muovendolo con movimenti decisi dal basso verso l’alto,
  • e deve soffermandosi nelle zona più critiche dove c’è una maggiore ritenzione idrica.

Probabilmente, soprattutto all’inizio si avvertirà una sensazione di fastidio che sarà tanto più accentuata quanto più la cellulite è “dura” e stratificata sottopelle.

Col tempo, questo disagio tenderà poi ad attenuarsi ed a sparire man mano che l’azione del massaggiatore inizia a dare i primi risultati.

A questo proposito, va detto che in commercio esistono molti modelli che hanno la possibilità di regolare l’intensità del massaggio, per meglio adattarsi anche al livello di sensibilità della pelle di ogni persona.

Per rendere ancora più efficace l’azione di questi strumenti, è possibile abbinare il loroc impiego all’applicazione di creme specifiche: l’unione di questi due fattori (massaggi e creme) dà dei risultati sorprendenti nel medio-lungo termine.

Di per sé, l’utilizzo dei massaggiatori anticellulite non è complicato, sebbene sia raccomandabile un’attenta lettura del manuale d’istruzioni prima di iniziare i trattamenti.

Tipi di massaggiatori anticellulite efficaci: guida all’acquisto

Esistono in commercio vari tipi di massaggiatori anticellulite, professionali e non. Vediamo i più comuni.

1) massaggiatori anticellulite ad infrarossi

Sprigionano energia tramite calore, calore che va a riattivare il microcircolo locale che dà l’azione snellente finale.

Facilissimi da utilizzare in casa, sono utili anche agli sportivi che spesso trovano sollievo dai dolori muscolari grazie al calore emanato dal massaggiatore stesso.

La loro forza consiste nell’agire in profondità nel ridurre i cuscinetti adiposi e nel mantenere la pelle compatta, con maggiore efficacia rispetto ai prodotti classici proprio grazie al calore.

Di contro, potrebbero non essere adatti a tutti i tipi di pelle, a quelle più sensibili. Perciò è consigliabile acquistare dei modelli che prevedano la regolazione dell’intensità.

2) massaggiatori anticellulite elettrici con cavo, o con alimentazione a batteria

Funzionano ad energia elettrica, con voltaggi bassi conformemente alle rigide norme di sicurezza.

Sebbene la loro efficacia sia del tutto simile a quelli ad infrarossi, la differenza in questo tipo di strumenti la fanno i materiali con cui sono realizzati, per cui é meglio scegliere quelli con strutture solide e resistenti realizzate in plastica dura con inserti morbidi al tatto.

Chiaramente, i modelli con cavo sono meno pratici di quelli ricaricabili, perché non possono essere utilizzati ovunque e, comunque, la lunghezza dei cavi è limitata.

Più comodi sono quelli con ricarica, che non hanno limitazioni di utilizzo in termini spaziali.

Una volta terminato l’utilizzo, vengono semplicemente riposti sulla stazione di ricarica, così da essere pronti per la sessione successiva.

Un grosso vantaggio dei massaggiatori anticellulite di questo tipo, è che hanno una “resistenza” garantita nel tempo.

3) massaggiatori anticellulite manuali

Sono lo strumento ideale per chi cerca il compromesso tra praticità, funzionalità e prezzi contenuti.

Realizzati in plastica o legno, sono dotati di testine in numero variabile, di setole o ventose, da scegliere in base alle proprie preferenze.

Alcuni modelli sono dotati di piccoli rulli rotanti, e con una “resistenza” regolabile secondo le necessità di chi si sottopone al trattamento.

Sono ideali per chi ha una cute particolarmente sensibile, e tollera con difficoltà l’azione più energica di quelli elettrici.

La loro efficacia è indubbia, sebbene non essendo dotati di tecnologie avanzate, (chiaramente) richiedono maggiore costanza ed impegno.

I modelli in legno inoltre, grazie alla natura di questo materiale, svolgono anche un’azione esfoliante, permettendo il rinnovamento cellulare e la penetrazione in profondità delle creme e dei trattamenti cosmetici.

4) massaggiatori anticellulite ad azione sottovuoto

Fondano la loro efficacia sul cosiddetto endomassaggio sub-cutaneo, una pratica che va ad agire su tutti gli strati epidermici, non solo su quelli più superficiali.

Considerato il loro aspetto (sono simili alle coppette in silicone per cellulite), a differenza di quello che si può pensare, non comprimono la pelle e non la pressano: semplicemente esercitano un’azione di trazione grazie all’aspirazione.

L’utilizzo di questo tipo di massaggiatori necessita di una certa manualità e delicatezza: questo per evitare lividi dovuti all’aspirazione eccessiva, ma dopo poche sedute si iniziano già a notare i primi risultati.

Inoltre, è bene utilizzarli in abbinamento con delle creme, gel o lozioni per favorire il massaggio e l’azione drenante.

in conclusione

Queste quindi sono le principali caratteristiche dei vari modelli di massaggiatore anticellulite attualmente in commercio.

Indipendentemente dalle esigenze e dalle preferenze di ognuno, va ricordato il fattore si rivela determinante per la reale efficacia di questi strumenti: la costanza nel loro utilizzo.

Recensioni sui migliori massaggiatori anticellulite in commercio

→ La spazzola massaggiatore anti cellulite di Lunata® : si tratta di un massaggiatore anticellulite manuale (che puoi acquistare qui) interamente realizzato in plastica.

Leggero e maneggevole, è dotato di 46 punti di pressione in grado di stimolare il drenaggio nelle zone interessate dal massaggio.

massaggiatore anticellulite Lunata

La sua impugnatura ergonomica garantisce un utilizzo semplice, e permette di raggiungere qualsiasi zona del corpo.

Facile da pulire (basta un panno leggermente umido), può essere utilizzato anche sotto la doccia, per rendere le operazioni di pulizia quotidiane un momento di reale benessere.

Dopo poche settimane, si noteranno dei miglioramenti a livello cutaneo, ed anche la silouhette sarà rimodellata.

Come per tutti i massaggiatori anticellulite, chi soffre di problemi di circolazione, di vene varicose o di trombosi deve evitare l’utilizzo di questi dispositivi o comunque consultare preventivamente il medico.

→ Il massaggiatore anti cellulite Beper Body Sense è un massaggiatore anticellulite elettrico lipo-modellante, dotato di un sistema professionale in grado di migliorare la microcircolazione della pelle , in tal modo contribuendo in maniera significativa all’eliminazione delle scorie in eccesso dell’epidermide, che sono tra le principali cause di cellulite.

Massaggiatore anti cellulite beper sense

Maneggevole e dotato di un’impugnatura ergonomica, possiede ben quattro modalità di massaggio, inclusa la modalità a tripla azione circolare ed il massaggio ad infrarossi.

In poco tempo, la pelle diventa più liscia e tonica e, anche la cellulite sedimentata, si attenua visibilmente.

Nella confezione d’acquisto sono contenute diverse testine massaggianti, ognuna con un utilizzo ed una funzione specifica; consultando il manuale delle istruzioni saprete quale abbinare alle vostre esigenze personali.

Il grosso vantaggio del massaggiatore Beper Body Sense è che può essere utilizzato anche per il massaggio muscolare, per alleviare le tensioni da contratture e sforzi.

→ Il massaggiatore Anticellulite 4 in 1 di Ardes+medicura è un massaggiatore elettronico che, col suo movimento rotatorio, permette di effettuare un massaggio circolatorio e che contemporaneamente sviluppa il calore dei raggi infrarossi: una vera azione d’urto.

areds zen medicura

Facile da usare, grazie alla sua impugnatura ergonomica. E’ dotato di velocità regolabili in modo da consentire un’azione più o meno delicata a seconda della parte da trattare; i suoi quattro accessori per massaggio permettono di avere diverse intensità di manipolazione, per una ri-sclutura della silouhette a 360 gradi.

Funziona con un’alimentazione di 230V/15W, ed ha un’autonomia di utilizzo continuativo di circa 15 minuti.

La pratica pochette contenuta nella confezione consente, sia di riporlo ordinatamente dopo l’utilizzo, sia di portarlo comodamente anche in viaggio, per non interrompere i trattamenti.

Disponibilità e prezzo aggiornati al: 2019-03-24 at 02:29

Letizia R.
Scrittrice e ricercatrice indipendente. Si occupa di benessere e cosmesi. E' un'esperta di vini.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale