lampada_uv

La lampada UV per unghie

Non tutte le lampade UV per unghie sono uguali. Questa guida all’acquisto della lampada UV per unghie vuole essere di supporto nella scelta del modello più adatto per ogni esigenza, tenendo anche in giusta considerazione la sicurezza di chi la utilizza.

Perché una lampada UV per unghie

Dovete decisamente dotarvi di una lampada UV per unghie,

  • se avete deciso di dedicarvi alla vostra manicure personalmente inclusa l’applicazione di smalto semi-permanente;
  • se vi appassiona la nail art ma il vostro budget non vi permette di frequentare saloni di bellezza troppo assiduamente;
  • se, più banalmente, avete una certa manualità e amate il beauty fai da te.

Si tratta di uno strumento indispensabile per e manicure fatte con smalti semi permanenti o col gel per l’allungamento delle unghie, perché ha la funzione di seccare ed indurire in poco tempo i materiali utilizzati sull’unghia, rendendoli anche estremamente resistenti e duraturi.

Come sono fatte le lampade UV per unghie

Abbiamo già detto che la lampada per le unghie (detta anche fornello per unghie) ha la funzione di far seccare ed indurire gli smalti applicati.

Però si dovrebbe parlare più precisamente di polimerizzare, ovvero di far si che le molecole a basso peso (monomeri) si uniscano per formare una molecola plurima (polimero), ad alto peso molecolare.

In parole povere, queste lampade fanno in modo che le sostanze fotosensibili degli smalti e dei gel diventino dure e resistenti e che possano produrre quegli splendidi effetti di decorazione a cui siamo abituati.

  • Le più diffuse lampade UV per unghie attualmente in commercio, quelle usate anche dalle professioniste del settore, hanno una potenza di 36 W.
  • Al loro interno, sono inseriti dei bulbi (almeno 4) da 9 Watt ciascuno, che emanano dei raggi ultravioletti di tipo A: quelli che sono meno nocivi per la pelle.
  • Grazie all’opera congiunta dei fasci luminosi prodotti da questi bulbi, i gel e gli smalti impiegano pochissimo tempo, dai trenta secondi ai due minuti, a completare la loro trasformazione molecolare necessaria all’indurimento.
  • Generalmente i bulbi hanno una durata di 1.000 ore circa, e per chi è interessato a farsi una manicure in casa, ciò è tantissimo in quanto l’applicazione del gel non si fa ogni settimana
  • Trascorso questo periodo di tempo i bulbi, che sono facilmente reperibili in commercio, devono essere sostituiti, soprattutto quando appaiono anneriti ad un controllo visivo.
  • I bulbi sono reperibili anche online. Il prezzo di ogni bulbo si aggira tra i € 3,00 ed i € 5,00.

Come funzionano queste lampade

All’atto pratico, il funzionamento delle lampade UV per unghie è semplicissimo.

  • Le lampade non richiedono particolari cure per l’installazione: basta collegarle alla presa di corrente.
  • Che si tratti di smalto o gel per la ricostruzione, dopo aver steso il trattamento estetico prescelto sull’unghia, si accende la lampada.
  • Poi vi si inserisce la mano da trattare e la si mantiene per la durata che viene indicata nelle istruzioni: come abbiamo detto, la durata é variabile a seconda dei vari modelli.
  • La stessa operazione va ripetuta ogni volta che viene applicato un prodotto, sia che si applichi un secondo strato di smalto, o per le rifiniture e per la decorazione per la nail art.
  • Ciò vale anche per il top coat finale, che conferisce la lucidità all’unghia, e che crea un’ulteriore protezione per lo smalto applicato.
  • Una volta terminata la sequenza delle applicazioni, la lampada UV per unghie può essere ripulita con un semplice panno asciutto (per spolverare, quando i bulbi sono freddi) per poi essere riposta fino al successivo impiego.
  • Le manicure così realizzate durano circa due settimane a seconda anche delle abitudini di ogni singola persona.
  • Trascorso questo tempo, inizierà ad essere evidente la ricrescita dell’unghia dalla parte della radice, e si renderà quindi necessaria una nuova applicazione.

Oltre che lampade UV, esistono anche delle lampade a LED.

Nell’articolo Fornetto per unghie, abbiamo messo a confronto queste due diverse tecnologie, per cui se sei in dubbio se acquistare un fornetto UV o uno a LED, puoi andare a leggerlo.

Gli elementi da valutare nella scelta di una di queste lampade

l’alimentazione

  • La prima cosa da considerare quando si acquista un fornetto per unghie, è la potenza che è in grado di erogare.
  • In commercio, da un po’ di tempo a questa parte, ci sono delle lampade da 36 Watt, che quindi hanno più di un bulbo.
  • Questo è un fatto importante, perché consente di poter asciugare tutta la mano in una sola posa, e non essere costrette a dover asciugare un dito alla volta, come invece richiedono le lampade a bulbo singolo.

il timer

  • Altra caratteristica importante  da valutare è la presenza di un timer in modo da settare in automatico il tempo di asciugatura del prodotto applicato.
  • Si è detto che tra i differenti modelli in commercio, questo tempo di asciugatura oscilla tra i 30 secondi ed i due minuti.
  • Pensare di tenere a mente questo tempo è piuttosto scomodo;  allo stesso modo di attivare la lampada con un timer esterno del tipo di quello di un cellulare o di un cronografo.
  • Avendo invece il timer già incorporato nel fornetto, basterà semplicemente settarlo sulla durata indicata nel foglio di istruzioni e attivarlo quando serve.

il display

  • Alcuni modelli hanno anche dei comodi display che ci permettono di visualizzare lo scorrere dei secondi.
  • In questo modo sia che tu usi la lampada su te stessa, sia che tu la applichi ad un’altra persona, ti sarà più facile gestire il tempo e le varie fasi della manicure.

il tasto manuale di accensione/spegnimento

E sempre utile poter disporre anche di un tasto manuale di accensione e di spegnimento. Esistono infatti degli smalti che hanno bisogno di un’esposizione superiore ai due minuti: quindi, per polimerizzare al meglio in questi casi sarà più comodo lavorare manualmente, tramite l’interruttore.

la possibilità di personalizzazione

Caratteristiche tecniche imprescindibili a parte, si finisce poi quasi sempre a ricadere nel gusto personale.

  • Quasi tutte le lampade contengono all’interno delle loro confezioni, dei kit per personalizzare al massimo le loro funzioni in rapporto a quelle che sono le esigenze di chi le acquista.
  • In alcune confezioni sono incluse le basi ed i polish per gli smalti semipermanenti, vale a dire la prima e l’ultima stesura da effettuare per lo smalto semi-permanente;
  • altre confezioni contengono invece il gel per la ricostruzione delle unghie: addirittura ci si sono dei modelli che vengono venduti con il guanto protettivo per le mani che lasci libera l’unghia (per l’esposizione ai raggi UV che determinano l’indurimento del prodotto), ma che allo stesso tempo ci proteggono dall’esposizione alla radiazione.
  • Ci sono anche delle marche di lampade che, all’interno della loro confezioni includono già un set di bulbi di ricambio, e questo vuol dire che la lampada UV per uso personale è utilizzabile per anni senza dover acquistare null’altro.

la certificazione CE

  • Infine  – e questa è in realtà la caratteristica che è forse più la importante di tutte –  è fondamentale che la lampada UV sia certificata CE, il che ne garantisce la sicurezza.
  • Non va infatti dimenticato che stiamo comunque sempre esponendo la mano ad una radiazione UV: quindi, per quanto sia uno strumento a basso impatto e non cancerogeno, é importante che quel tipo di lampada sia stato preventivamente testato.

il costo

  • Il costo è un altro elemento importante da considerare quando la sia acquista, perché è legato anche alla sua qualità.
  • Una lampada UV per unghie con la dotazione di base, con certificazione CE per i bulbi ed il meccanismo di funzionamento, non avrà un costo inferiore ai € 25,00.
  • Il costo tenderà chiaramente a salire man mano che si aggiungono funzioni ed accessori.

Alcuni dei più interessanti modelli attualmente in commercio

Dopo questa breve guida, non potevamo non illustrare alcuni dei modelli di questi prodotti che oggi vanno per la maggiore.

**Elyseer Lampada UV Professionale

elyseer lampada unghie

Elyseer Lampada UV è un fornetto professionale dalla forma ergonomica.

  • La sua struttura è compatta.
  • E’ realizzata col corpo in ABS.
  • Il suo interno, ha una schermatura totale a specchio; il fondo è removibile per facilitare la sostituzione dei bulbi.
  • Ha una potenza totale di 36 Watt con 4 bulbi da 9 Watt ciascuno.
  • Dispone di un timer di 120 secondi con la possibilità di settare fino a 3 impostazioni differenti a comando manuale.
  • La funzione continua di cui è dotata, consente di poterne fare un uso prolungato e – cosa da non sottovalutare – è certificata CE e RoHs (una certificazione riguardante restrizioni all’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche).
  • Ha una garanzia di due anni.

**NailStar™ Professional Lampada UV

nailstar

Tra le più affidabili della categoria, la NailStar™ Professional Lampada UV  garantisce risultati di tipo professionale: esattamente come quelli che si otterrebbero nel salone di estetica, nel giro di pochi minuti.

  • La NailStar™ ha una potenza di 36 Watt, con i classici 4 bulbi da 9 Watt ciascuno.
  • E’ dotata di timer con differenti tipo di settaggio: da 120 secondi, 180 secondi, e funzione continua: tutto ciò al fine di garantire la massima flessibilità considerata la vasta gamma di smalti fotosensibili che sono presenti sul mercato.
  • E molto resistente, ed ha delle dimensioni “generose”.
  • Può essere utilizzata anche per la ricostruzione o per l’applicazione del semipermanente anche sulle unghie dei piedi.
  • Il suo libretto di istruzioni, oltre a spiegare le varie fasi di montaggio della lampada e della pulizia del fornetto, contiene anche una breve guida per l’applicazione dello smalto: quindi é ok per chi non ha mai utilizzato prima degli smalti semipermanenti.

**Lampada UV Meanail

meanail lampada unghie

Anche la lampada UV Meanail garantisce prestazioni di tipo professionale.

  • È dotata di quattro lampade da 9 Watt ciascuna, e di un timer pre-settato sui due minuti di durata.
  • Grazie alla superficie riflettente al suo interno, 120 secondi sono infatti sufficienti a polimerizzare qualsiasi smalto permanente, semipermanente, e gel.
  • Adatta per mani e per i piedi (le dimensioni sono 10,5 x 22,5 x 25 centimetri), è molto semplice da utilizzare, e non necessita di particolari accorgimenti. Basta infatti collegare la presa da 220 V all’alimentazione, ed accenderla.
  • Il suo timer è regolato da un interruttore posto sul retro del corpo che, una volta attivato, azionerà i bulbi per 120 secondi esatti, essiccando così il prodotto applicato.
  • Il suo manuale di istruzione – in cui è ben spiegato anche come sostituire le lampade ad esaurimento – riporta una serie di “best practitces” da tenere in considerazione per l’utilizzo ottimale della lampada e per farla durare a lungo.

Disponibilità e prezzo aggiornati al: 2019-04-22 at 04:48

Letizia R.
Scrittrice e ricercatrice indipendente. Si occupa di benessere e cosmesi. E' un'esperta di vini.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale