Integratori di proteine

Proteine ed aminoacidi

Le proteine ed i loro costituenti, gli aminoacidi

I termine proteina deriva dal greco protos, che significa «primo elemento». Non a caso le proteine sono gli elementi essenziali per il buon funzionamento di tutte le cellule viventi e quindi per la stessa nostra vita.

Le proteine sono uno dei tre macronutrienti (gli altri sono, gli zuccheri ed i grassi) utilizzati dal corpo per produrre dell’energia, nonché le macromolecole essenziali per lo sviluppo ed il mantenimento dei muscoli.

Da un punto di vista strutturale le proteine sono formate da catene di aminoacidi che possono essere: aminoacidi essenziali, aminoacidi semi-essenziali oppure aminoacidi non essenziali.

amminoacidi essenziali

Si definiscono essenziali quegli amminoacidi che il corpo umano non è in grado di sintetizzare da sé in quantità sufficiente, ma che deve assumere con l’alimentazione. Sono,

  • l’isoleucina,
  • la leucina,
  • la lisina,
  • la metionina,
  • la fenilalanina,
  • la treonina,
  • il triptofano,
  • la valina.

amminoacidi semi-essenziali

Gli amminoacidi semi-essenziali, sono quelli sintetizzabili dall’organismo solo in presenza di amminoacidi essenziali. Tra questi troviamo,

  • l’arginina (essenziale per i bambini in fase di crescita, non per gli adulti che sono in grado di sintetizzarla)
  • l’istidina (essenziale nei bambini che, prima dello sviluppo, non sono in grado di sintetizzarla).

amminoacidi non essenziali

Dieci sono gli amminoacidi non essenziali, quelli che possono essere sintetizzati nell’organismo partendo da altre sostanze:

  • l’alanina,
  • l’asparagina,
  • l’acido aspartico,
  • la cisteina,
  • la glutammina,
  • l’acido glutammico,
  • la glicina,
  • la prolina,
  • la serina,
  • la tirosina.
L’integrazione di proteine

Le diverse fonti d’integrazione di proteine

Le proteine sono presenti in molti alimenti comuni: nelle carni, nei latticini, nella frutta secca, nella soia, per citarne alcuni.

Le diete con cibi di origine animale e vegetale ci forniscono adeguate quantità di proteine: i vegani ed i vegetariani potrebbero avere difficoltà nel raggiungere un adeguato apporto proteico.

Laddove l’apporto di proteine attraverso i cibi non sia sufficiente o non sia possibile, si può far ricorso a degli integratori proteici. Questi sono facili da preparare, sicuri da assumere, e comodi da dosare.

L’assunzione di proteine in polvere (che, quando sono «shakerate» con un liquido danno vita ai cosiddetti frullati proteici) è molto comune soprattutto tra gli sportivi e le persone che seguono dei regimi dietetici ipocalorici.

Oltre che ai muscoli, le proteine sono necessarie anche:

  • per mantenere un livello di pH equilibrato nel sangue;
  • per regolarizzare il bilancio idrico del corpo;
  • per la conservazione del tessuto muscolare durante una dieta ipocalorica;
  • come fonte di energia quando non ci sono carboidrati disponibili;
  • per costruire e mantenere corretti livelli di ormoni;
  • per mantenere il sistema immunitario correttamente funzionante.

Come abbiamo visto sopra, le proteine sono costituite da una o più catene di aminoacidi. I collegamenti che tengono assieme questi amminoacidi, sono noti come collegamenti peptidici.

Gli amminoacidi sono la principale fonte di azoto del nostro corpo. Il fatto di avere un saldo positivo (tra quello assunto e quello consumato) di azoto è essenziale per la corretta crescita muscolare e per la riparazione dei tessuti muscolari.

Integratori di proteine in polvere

Gli integratori di proteine in polvere

Abbiamo parlato del corretto apporto di proteine per quanto riguarda la salute, ed abbiamo visto come gli atleti ed i culturisti necessitino di più proteine per avere un veloce recupero e crescita muscolare.

Gli integratori di proteine son un’alternativa economica all’assunzione di proteine attraverso i cibi: soprattutto rispetto alla loro assunzione attraverso cibi come la carne ed il pesce.

A parte ciò, è sempre raccomandabile dare la preferenza in ogni caso ad un’alimentazione sana ed equilibrata, e utilizzare gli integratori solo in situazioni di aumentato fabbisogno energetico.

La quantità di proteine richieste dal corpo dipende da vari fattori, che vanno dall’età al tipo di attività fisica svolta.

Le varietà di proteine acquistabili sul mercato, così pure come il lori prezzi sono molto diversi: in generale, anche in questo campo vale il principio che «si ottiene quello che si paga». E le polveri di proteine a basso costo, spesso impiegano delle proteine difficilmente digeribili e più additivi, soprattutto additivi di bassa qualità.

Sempre su questo argomento: