spinning bike_

Bici da spinning: guida alla scelta e selezione delle migliori spin bike

Utilizzare una bici da spinning è uno dei modi migliore di mantenere un eccellente livello di forma fisica e il corpo sano. Essa giova a perdere peso e, se associata ad una dieta sana, aumenta il metabolismo basale, che è l'elemento essenziale per perdere del peso.

Differenza tra bici da spinning e cyclette

Lo spinning è un’attività aerobica che si pratica utilizzando delle apposite bici (bici da spinning, spin bike o spinning bike), sia da soli oppure in gruppo, nelle palestre.

Le bici da spinning hanno alcune particolarità che le differenziano dalle cyclette tradizionali. Soprattutto hanno maggiori possibilità di essere regolate, in modo da potersi ben adattare ad ogni intensità di allenamento: infatti, con maggiore fedeltà rispetto alle cyclette tradizionali, è possibile simulare le condizioni delle pedalate in pianura, in salita ed in discesa.

Quanto alla posizione che si tiene durante la pedalata, quella con le spin bike é abbastanza simile a quella della bici da corsa: non è molto comoda, ma è funzionale allo sforzo. Inoltre, la spin bike è più robusta delle tradizionali cyclette.

Utilizzare la spinning bike è un ottimo modo per mantenersi in forma e per perdere peso. Uno dei suoi pregi, è che può essere utilizzata in qualsiasi condizione ambientale ed a qualsiasi ora del giorno. Per molti di noi (in particolare per quelli che vivono nel nord Italia) questa possibilità di svincolarsi dalle condizioni ambientali consente di eseguire  con costanza una routine di esercizi, anche quotidiana.

La cyclette è un ottimo attrezzo  che aiuta, a far lavorare l’apparato cardiocircolatorio, a bruciare  delle calorie, a ridurre l’indice di massa corporea e rafforzare i muscoli della parte bassa del corpo, dai glutei in giù. Se si è disposti ad impegnarsi con regolarità, grazie ad una spin bike, tutti questi benefici possono essere ottenuti anche in tempi molto brevi: basti pensare che 45 minuti di allenamento su una spin bike consentono di bruciare facilmente anche 600 calorie. [1]

Le migliori bici da spinning

** fit bike Racer 23della Diadora Fitness

Diadora Racer 23 Fit Bike, Grigio scuro

Con fit bike Racer 23  si possono fare, in relax, degli allenamenti efficaci. Il punto di forza di questa bici da spinning, prodotta dalla Diadora è, senza ombra di dubbio, il suo telaio particolarmente robusto e ben strutturato, abbinato ad un assetto bilanciato durante la pedalata, assetto assicurato dalla possibilità di regolare il manubrio ed il sellino in senso orizzontale e verticale. Si tratta di caratteristiche che fanno della Racer 23 un articolo al top, quanto a rapporto qualità / prezzo.

Il suo sellino ergonomico in gel, consente il massimo del comfort, sia quando ci si allena in posizione eretta che in orizzontale.
È dotato, -di trazione a catena -di resistenza a tampone -di freno di sicurezza che permette l’arresto immediato della bici in caso di emergenza.

Si tratta di un attrezzo per fitness che può tranquillamente essere consigliato alle persone piuttosto robuste, in quanto può supportare fino a 120 kg di peso.

Questa bici è dotata di un display LCD ben visibile, integrato al manubrio, con le essenziali indicazioni di, velocità, distanza, tempi di percorrenza, consumo di calorie e pulsazioni cardiache. Le rotelle di cui è dotata consentono di spostarla senza fatica. Merita sottolineare il suo montaggio semplice grazie ad un libretto d’istruzioni dettagliato e illustrato. Visto il peso e l’ingombro della spin bike, acquistarla online e farsela recapitare direttamente a casa propria non sarebbe una cattiva idea.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni 109 x 86,5 x 23,5 cm;
  • Peso 54 kg;
  • Volano 23 kg;
  • Colore grigio scuro.

**Spin bike Professional 4500 della JK Fitness

Spin bike Professional 4500 JK

La spin bike Professional 4500 è  adatta per gli allenamenti domestici dello sportivo esperto, ma anche per quelli del neofita. Questa bici da spinning della JK Fitness, è un attrezzo piuttosto robusto, ed è in grado di assicurare una pedalata fluida e senza rumore. Il suo telaio è in acciaio, ha una rilevante tenuta in quanto strutturato in solidi tubolari quadrati che, assieme alla stabilità dei supporti evitano le oscillazioni durante l’allenamento. Il sellino soft race, ed il manubrio sono entrambi regolabili in orizzontale ed in verticale, e ciò consente una corretta posizione durante la pedalata. Meritano di essere ricordati, -la presenza di un regolatore di resistenza micrometrico che garantisce in maniera efficiente e sicura la frenata, -il freno di sicurezza a pressione in caso di emergenza, – il porta borraccia, tutti elementi che, assieme ad una trasmissione a catena estremamente precisa, ricalca nel design e nei movimenti la classica bicicletta da strada.
Il suo display LCD visualizza le principali funzioni come, tempo, velocità di percorrenza, calorie consumate e distanza percorsa.

E’ raccomandabile per persone di corporatura media e con un peso comunque non superiore ai 110 kg. Il suo allestimento è facile e sorprendentemente veloce: si devono montare, il sellino, il manubrio, il display e i 2 piedini di supporto. Se foste interessati a questo modello potete controllare i prezzi con cui viene commercializzata su Amazon.

Caratteristiche tecniche

  • Peso 36 kg;
  • Volano 20 kg:
  • Garanzia 2 anni.

**Racer 3 gym bike della Kettler

KETTLER RACER 3 speed bike

 

La si può descrivere con una sola parola: innovazione.

La bici da spinning della  tedesca Kettler non ha bisogno di essere collegata alla corrente elettrica perché si auto-alimenta con la pedalata. E’ dotata di un sistema di frenatura magnetica motorizzata con 32 diversi livelli di intensità programmabili dalla console.
Altre caratteristiche della Racer 3, sono, la struttura resistente in acciaio, la trasmissione tramite cinghia, il sellino ed il manubrio ergonomici che permettono una postura corretta durante la pedalata, una pedalata davvero fluida per merito dei pedali da corsa combi click a scatto libero (al posto del consueto sistema a scatto fisso.

Ben dodici diversi programmi di resistenza sono attivabili dalla sua consolle, la quale – oltre alle classiche funzioni quali distanza, tempo di percorrenza, calorie bruciate e pulsazioni cardiache – è dotata del programma HRC per la selezione della soglia cardiaca che si vuole raggiungere, variando contemporaneamente il programma di resistenza fino a raggiungere la soglia desiderata.
Si tratta di bici da spinning di ottima affidabilità, che può soddisfare lo sportivo più preparato, come pure la persona forte sovrappeso che sta iniziando il percorso nel fitness: ha, infatti, una portata massima di 130 kg.

Il programma HRC funziona per mezzo di una fascia cardio polar compatibile, non inclusa nella confezione. Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla pagina del prodotto su Amazon.it.

Consigli per la scelta

Alcuni potrebbero ritenere superfluo, in questo settore, dover tenere considerazione anche  delle questioni tecnico-costruttive. L’esperienza c’insegna, però, che la qualità dell’attività che si fa con una spin bike dipende molto  – sia sotto il profilo puramente sportivo che in termini psicologici – dalle soluzioni tecniche che vengono adottate quanto a volani,  freni, ecc.

il volano

Un elemento di fondamentale importanza nelle spin bike è il suo volano,  che è quella grande ruota di metallo applicata alla bici, che accumula energia meccanica durante le fasi utili della pedalata, e  che poi la restituisce in modo uniforme durante le fasi d’inerzia. Il volano serve ad uniformare la velocità di rotazione dei pedali e, quindi, del movimento delle gambe.

Il volano delle spin bike è decisamente più pesante di quello di una tradizionale bicicletta da camera (o cyclette). Al momento dell’acquisto di una spin bike (come pure di una cyclette) molti guardano al peso del volano come ad uno dei fattori più indicativi della qualità del mezzo: maggiore è il suo peso e migliore è la qualità dell’attrezzo. Non si tratta tuttavia di una verità assoluta: ci sono  anche spin bike con volani da 13 kg che sono migliori di quelle, ad esempio, con un volano da 20 kg. Difficilmente però, quelle con un volano che pesi meno di 10 kg, brillano per qualità.

il freno

Un’altro elemento che serve a caratterizzare una spin bike è il tipo di freno che utilizza. Il  freno, o meglio la resistenza prodotta dal freno, serve per rendere più faticoso lo sforzo fisico. Il sistema di frenatura é un elemento fondamentale per impostare. e per regolare lo sforzo in relazione al particolare  scopo per cui si esegue l’esercizio. Le spin bike possono avere uno dei tre seguenti sistemi di frenatura:

  • a resistenza meccanica (a cinghia, o a tampone);
  • a resistenza magnetica (a magnete permanente, o con elettromagnete);
  • a resistenza fluidodinamica (a ad aria)

Le spin bike più economiche montano in genere dei freni -a tampone od a cinghia- i quali oppongono alla pedalata una resistenza meccanica. Sebbene si tratti di un’opzione che consente bassi prezzi, essa presenta i seguenti inconvenienti:

  • è relativamente più rumorosa dei modelli con la resistenza magnetica;
  • non consente una pedalata altrettanto fluida, quanto quella realizzabile con una bike con freno magnetico ;
  • l’attrito che produce porta a consumare la cinghia (od il tampone) e, di conseguenza, col tempo varia la resistenza che oppone il  freno e quindi anche fluidità della pedalata: beninteso, é possibile tarare  manualmente il livello di resistenza e riportarlo al livello desiderato ma, in tal modo, si perderà la «traccia» del progress.

I freni delle spin bike a resistenza magnetica, sono costituiti da un magnete (calamita) variabile o permanente, e la loro resistenza alla pedalata viene fornita da un innocuo (in quanto estremamente debole) campo magnetico. Rispetto ai sistemi di frenatura meccanici, quelli magnetici, sono silenziosi e non sono soggetti ad usure. Di conseguenza, essi garantiscono sempre una resistenza alla pedalata  con la stessa gradualità e fluidità. Le cyclette con resistenza elettromagnetica vengono anche chiamate ergometri. [2]

Infine, le spin bike con una resistenza ad aria (ovvero con una resistenza fluidodinamica) dispongono di un’elica che, opponendosi al movimento del volano, ne rallenta la velocità. Non sono molto utilizzate, quindi non ne parleremo.

lo «scatto»

Le spin bike possono essere sia a scatto fisso, sia a scatto libero. Nelle spin bike a scatto fisso, le pedivelle  sono solidamente collegate al volano, senza che ci sia la possibilità di movimenti indipendenti tra di loro: quando il volano ruota, ruotano anche i pedali.

Nelle spin bike a scatto libero, invece, la pedalata avviene come su una normale bicicletta tradizionale, e perciò, è possibile interrompere la pedalata (fermare le pedivelle) e lasciare ruotare liberamente il volano.

la trasmissione

Quando si parla di trasmissione ci si riferisce al collegamento tra le pedivelle ed il volano che – come nelle tradizionali cyclette – può essere a catena, oppure a cinghia.

La trasmissione a catena è leggermente rumorosa, e richiede una periodica manutenzione (va oliata). Quella a cinghia è molto silenziosa, ed è adatta a chi vuole allenarsi in totale relax; non ha vibrazioni, e non richiede alcuna manutenzione.

l’elettronica

La maggior parte delle persone che fanno uso di spin bike, già possiedono un cardio-frequenzimetro che già impiegano nel corso di tutti gli altri loro allenamenti, sia outdoor che indoor. Ed è per questa ragione che, in commercio, si trovano anche delle spin bike di ottimo livello senza il computer di bordo.

Perciò, noi non ci soffermeremo su questo equipaggiamento se non per evidenziare che, nel campo delle spin bikes, si può spaziare dai modelli che ne sono completamente sprovvisti, fino a quelli a quelli che  sono equipaggiati con  dei sensori a pedale in Watt per misurare la potenza della pedalata.

Come allenarsi correttamente

sfruttare tutto il movimento della gamba

Per ottimizzare l’efficacia della pedalata, cercate di utilizzare i pedali sia nella fase di compressione (quando premete) sia in quella di trazione. Tutte le biciclette da spinning hanno delle fasce blocca-piedi o dei pedali con sgancio/aggancio rapido: utilizzateli sempre, e cercate di far lavorare le gambe durante tutta la rotazione delle pedivelle.  Inoltre, quando state pedalando, cercate di tenere la schiena dritta facendo lavorare gli addominali.

prendete confidenza con il mezzo

Utilizzare una bicicletta da spinning non è come andare su di una normale bicicletta da strada, per cui all’inizio sarà necessario prendere un po’ di confidenza. Per capire come (successivamente) dovete fare per far lavorare i muscoli a vostro piacimento: per cui provate ad alzarvi sui pedali, provate a regolare il freno, provate decelerare utilizzando le gambe, ecc. Solo quando avrete preso confidenza con l’attrezzo (ed anche letto il suo manuale d’uso) sarete in grado di scegliere la configurazione che più si adatta al vostro stile di pedalata e al vostro fisico.

pedali a sgancio rapido

Quando salite in sella ad una spinning bike per la prima volta, la parte più difficile è inserire le scarpe dentro e toglierle fuori dai pedali (nel caso  non abbiate i pedali a sgancio rapido e non usiate le fascette-blocca-piede). Ma non fatevi spaventare, presto imparerete ad usarli ed a trarne vantaggio.

Il meccanismo utilizzato in questi pedali è lo stesso che usano i ciclisti e gli agonisti mountain-biker. Avere i piedi ben bloccati sui pedali rende molto più efficace la pedalata (nel senso che permette ai muscoli di lavorare meglio).

L’alternativa ai pedali a sgancio rapido è costituita dai «vecchi» pedali con le fascette blocca piede, un’alternativa più economica, meno efficiente, ma comunque valida. Sono invece sconsigliati i pedali in cui il piede resta libero.

abbigliamento

Con le spin bike si fanno degli esercizi che fanno sudare. E’ quindi importante utilizzare abiti traspiranti in cotone oppure anche un abbigliamento «tecnico». Per la parte inferiore del corpo, vanno bene i pantaloncini da ciclismo imbottiti, mentre vanno evitati i pantaloni larghi, che ostacolano la rotazione delle gambe.

Benefici per la salute

aiuta a perdere peso

Se si sta cercando di perdere del peso, pedalare è un ottimo esercizio, specie se viene svolto regolarmente per 4-5 giorni alla settimana.

rafforza i muscoli e tonifica tutto il corpo

Per rafforzare il corpo, occorrerà eseguire  gli allenamenti appositi per lo sviluppo della forza e della potenza muscolare.

rafforza il cuore ed il sistema cardiocircolatorio

Il cuore è un muscolo e, come tale, se fatto lavorare opportunamente (non troppo, ma neppure troppo poco) si rafforza.  A lungo andare arriva a pompare più sangue con meno battiti (non a caso i grandi ciclisti hanno una frequenza cardiaca a riposo a volte inferiore ai 40 battiti/minuto). L’accelerato flusso sanguigno prodotta durante una seduta di spinning è benefico, ed energizzante anche per l’intero corpo e per la mente.

ha un basso impatto sulle articolazioni

A differenza della corsa (jogging), l’utilizzo delle spin bikes ha il vantaggio di far lavorare senza sollecitare troppo le articolazioni, i muscoli delle gambe ed il sistema cardiocircolatorio.

miglioramento generale delle prestazioni

La prima settimana   con la bidi da spinning sarà dura, ma con il passare delle settimane, si acquisirà  più «fiato», e  si sarà in grado di raggiungere gli obiettivi di fitness voluti. Si noterà altresì un aumento delle «distanze» percorse e della velocità media che via via si ha negli allenamenti.

Disponibilità e prezzo aggiornati al: 2019-03-24 at 01:28

BFC
Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale