I vari attrezzi per allenarsi a casa, una guida

Hai deciso di incominciare ad allenarti a casa per risparmiare il tempo di doverti recare in palestra, oppure dietro suggerimento del medico?
Ti sarai allora certamente accorto di quante possibilità offra il mercato in relazione agli attrezzi per allenarsi a casa.
Non esiste un attrezzo migliore in assoluto ma può esserci, in relazione a determinate esigenze, un attrezzo più adatto di altri.

 

La scelta dell’attrezzo più adatto

La scelta dell’attrezzo più adatto

Per scegliere l’attrezzo migliore per allenarsi a casa propria bisogna iniziare partendo,

  • da quelli che sono gli obiettivi di fitness che ci si è prefissi (dai propri goal);
  • da quello che è il proprio stato di salute,
  • dalle proprie preferenze.

Ad esempio: si desidera dimagrire, oppure interessano gli esercizi a basso impatto sulle articolazioni, od ancora, si desidera aumentare la propria massa muscolare?

Ma soprattuto bisogna porsi l’unica «vera domanda» quella che conta in realtà: quali è quello di questi attrezzi – sai – che userai più volentieri e con maggior assiduità?

Acquistare un tapis roulant solo perché giova a dimagrire, o una panca multifunzionale solo perché è dotata di tutti i manubri necessari a sviluppare un fisico alla Schwarzenegger, é una ricetta-disastro: con ogni probabilità avrai acquistato degli attrezzi costosi, che difficilmente avrai usato più di due tre volte in tutto.

Quindi, orientati su qualcosa che ti piace, su uno strumento che sei motivato ad utilizzare.

Fatte queste premesse, se e vero che miglior attrezzo è quello che più si è disposti a usare, come fare sapere qual è lo strumento che – in linea di massima –  è più adatto per ogni singolo?

Questo articolo si prefigge di aiutarti a rispondere queste domande. Quando trovi le tue risposte, puoi procedere agli acquisti con convinzione, e partire subito con i tuoi allenamenti.

Il tapis roulant

Il tapis roulant

Il tapis roulant è uno tra attrezzi per gli allenamenti indoor maggiormente utili a bruciare velocemente calorie. Se vi si cammina sopra di buon passo, ci si può aspettare di perdere fino a 100 calorie ogni chilometro e mezzo di camminata.

Regolando l’inclinazione della pedana rotante, ed aumentando di volta in volta in maniera regolare la velocità della camminata, il tapis diventa una macchina insuperabile quanto ad esercizi cardio.

Tuttavia, per una persona in (grave) sovrappeso e per una persona che ha problemi alle articolazioni, anche il solo camminare sulla pedana del tapis potrebbe essere troppo impegnativo: infatti non è lo strumento più adatto ad esempio per ha dei problemi alle ginocchia od alla schiena.

Ricordatevi inoltre che se avete dei problemi di equilibrio o delle difficoltà a coordinarvi, potreste trovarvi in difficoltà sulla pedana mobile del tapis roulant.

L’ellittica e lo stepper

L’ellittica e lo stepper

La bicicletta ellittica è un attrezzo che consente di fare, allo stesso tempo,

  • la pedalata della cyclette,
  • i movimenti del vogatore,
  • la salita gradini dello stepper.

Per chi non lo sapesse, lo stepper un attrezzo dotato di due pedali distinti, che vengono spinti in su e in giù dai piedi dell’utilizzatore. In tal modo consentono di simulare i movimenti del salire sulle scale.

Lo stepper non va confuso con lo step, il quale è un semplice scalino che si poggia per terra, e sul quale ci si esercita solitamente a ritmo di musica.

L’ellittica e lo stepper sono un’ottima alternativa al tapis roulant – soprattutto per chi soffre di problemi alle articolazioni.

Dal momento che i tapis vengono utilizzati stando in posizione eretta, mettono in moto molta massa muscolare e fanno bruciare una quantità di calorie piuttosto elevata.

Lavorando con le ellittiche o con lo stepper si possono bruciare ancora più calorie in quanto si utilizzino anche i muscoli delle braccia. Se però foste dei principianti, ricordatevi che non è opportuno incominciare subito ad utilizzare anche le braccia.

La cyclette (bici da camera)

La cyclette (bici da camera)

Se chiedete un po’ in giro, tutti vi diranno che uno dei vantaggi della cyclette è che consente di fare degli allenamenti con un impatto minimo sulle articolazioni.

La cyclette infatti viene consigliata a coloro che soffrono di dolori alle ginocchia, perché con la pedalata su un’ellittica o sullo stepper, l’impatto del peso corporeo non è rilevante come quello degli esercizi fatti sul tapis roulant,

Comunque per ridurre al minimo l’impatto sulle ginocchia, occorre fare in modo che la bici sia adatta al vostro corpo. Questo vuol dire sistemare il sellino correttamente (come indicato dal produttore nel libretto di istruzioni).

Se utilizzate una cyclette troppo bassa per la vostra altezza, od una non regolata correttamente, questo fatto potrebbe provocarvi ulteriori danni alle ginocchia, quindi non trascurate queste semplici regole.

Secondo alcuni esperti, una cyclette consente di bruciare meno calorie rispetto agli altri attrezzi che illustriamo in questo articolo, in quanto sulla cyclette ci si allena stando «seduti».

Si può porre rimedio a questo «inconveniente» semplicemente aumentando leggermente la durata degli esercizi.

Il vogatore (roving machine)

Il vogatore (roving machine)

Non fatevi ingannare dall’apparenza: questa macchina non consente solo di fare degli allenamenti che giovino solo alla parte superiore del corpo, ma consente di allenare ben oltre l’80% dei muscoli.

I vogatori sono infatti una delle macchine cardiovascolari più “complete” che si possano trovare sul mercato.

Richiedono prima di tutto un’alta dose di coordinamento, perché occorre usare contemporaneamente le braccia e le  gambe per fare due movimenti opposti.

Richiedono poi il coinvolgimento anche del nucleo muscolare degli addominali per sostenere e proteggere la schiena nel corso della vogata.

Dal momento che determinano l’impiego di così tanti gruppi muscolari, i vogatori ci consentono di bruciare un sacco di calorie.

Allenarsi in modo intelligente

Allenarsi in modo intelligente

Quello che conta negli allenamenti, non è tanto l’attrezzatura in sé, ma piuttosto il giusto rapporto tra l’attrezzo ed il corpo.

Un tanto premesso, è opportuno scegliere la “giusta attrezzatura” in base alle proprie esigenze (ovvero, partendo dalle domande poste sopra) ma anche in base alla corporatura ed ai «punti di debolezza di ciascuno di noi».

Se ad esempio non volete che il vostro peso corporeo non impatti sulle vostre articolazioni, scegliete una cyclette. Se volete combinare,

  • gli esercizi cardio,
  • «scolpire» gli addominali,
  • bruciare calorie velocemente,
  • scegliete invece un vogatore o un’ellittica.

E comunque, se volete bruciare tante calorie la regola-base è: più muscoli vengono utilizzati, più calorie vengono bruciate.

Quindi, lo strumento che consente di mettere in movimento una maggiore massa muscolare, consente di bruciare più calorie.

Attenzione però sopratutto se siete dei principianti, al rovescio della medaglia: mettere in moto più muscoli significa anche affaticarsi prima, e l’affaticamento determinerà un minor consumo di calorie.

E’ molto importante anche variare la «solita» routine: provate per esempio a cambiare la velocità e l’intensità con cui vi state allenando, che anche questo  è un fatto che giova a bruciare più calorie.

E’ utile anche se vi fissate l’obiettivo di superare i limiti che già avete raggiunto: fissate gli obiettivi che volete raggiungere ogni settimana e ogni mese.

Il fatto di doverlo raggiungere diventerà per coi una questione di principio, e vi farà sentire molto più soddisfatti di voi stessi.

Se decidete di allenarvi per trenta minuti, cercate di farlo frazionando l’allenamento che state facendo con dei cambi di esercizio:

  • 5 minuti col tapis roulant,
  • 60 secondi di plank,
  • e così via.

Comunque non dovrete mai imporvi degli allenamenti troppo stressanti o troppo dolorosi, ma piuttosto seguite il vostro istinto, e ponetevi degli obiettivi che potete tranquillamente raggiungere. Altrimenti correte il rischio di infortunarvi, di sentirvi frustrati, e rischiate di terminare la vostra «avventura sportiva» casalinga prima del previsto, che è la cosa peggiore da fare.

Ed infine cercate di divertirvi. Mentre vi allenate, non buttate continuamente l’occhio sul numero di calorie che state bruciando, perché il principale (o l’unico) obiettivo non dovrebbe essere questo.

L’esercizio fisico dovrebbe diventare una cosa naturale, una cosa che fate per stare bene e per sentirvi meglio.

Non dimenticate neppure di prendervi anche qualche periodo di pausa ogni tanto, di mangiare bene e di bere molta acqua.

Allenamento, cibo e riposo sono tre cose che, qualunque sia il vostro obiettivo, vanno sempre assieme.

BFC
Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale